Sovranità Italiana ha avviato una lotta mai vista prima e qualcuno potrebbe chiedersi come questo sia possibile: siamo forse dei geni? Niente di tutto questo: siamo persone normalissime. Ma per capire come mai nessuno si sia mai accorto di quanto sta accadendo nel mondo da oltre quattro secoli (in realtà qualcuno lo ha già fatto come vedremo) serve prima porsi un’altra domanda: chi è che ci racconta quotidianamente quello che accade nel mondo? Molte fonti la maggior parte delle quali possiamo classificarle con il noto termine di “Main Stream” o (visto che siamo italiani) “Flusso Primario”. Ora capire chi appartenga al Main Stream oppure no è molto difficile, perché ogni testata giornalistica, in modo indipendente dal canale (Carta Stampata, Radio, TV, Internet, ecc, ecc) riporta le notizie mettendoci “del suo” ma in modo molto subdolo. A parte le notizie palesemente false (sul Main Stream non le troverete MAI) esistono tanti modi per manipolare l’informazione e ne cito due:

1) metodo del “Frazionamento”. Questo metodo, utilizzato praticamente da tutti, consiste nel non pubblicare mai la notizia per intero ma solo quella parte che più si avvicina alla “tendenza” della testata al fine di “fuorviare” l’opinione pubblica.

2) Metodo del “Commento di Completamento”. Dare cioè la notizia aggiungendo commenti politici personali che tendono a far sembrare ovvia una cosa che ovvia non è affatto. Questo perché il giornalista che commenta non è schierato e questo da un colore “neutro” al commento che lo rende psicologicamente accettato da tutte le persone in modo indipendente dalla loro estrazione politica.

Questa è una delle cose che Sovranità Italiana denuncia con forza al punto che abbiamo introdotto nel nostro programma il “Garante per la Pluralità di Informazione” perché un cittadino informato è un bene per il paese mentre un cittadino disinformato (o informato male) è un bene solo per chi ha in mano il potere e vuole continuare a gestirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *