Che la televisione stia diventando sempre più spazzatura era già noto, e riesce sempre a stupirci in qualche modo chiaramente in negativo.
Naked Attraction, un reality dove spogliati di tutto i concorrenti cercheranno l’anima gemella – avete capito bene, saranno tutti nudi senza veli. Sarà trasmesso dal gruppo Discovery sulla piattaforma a pagamento Dplay Plus.
Non è un fatto di moralità, che per altro sappiamo benissimo ai piani alti hanno volutamente cambiato negli anni per giustificati motivi a loro convenuti, tra cui la distrazione della masse attraverso lo sdoganamento del senso del pudore, e il profitto.. Hanno etichettato chi non è conforme, per “bigotto” e oscurato quello che è il rispetto per determinati comportamenti e situazioni personali. Questi è la mercificazione dell’intimità ai fini del puro guadagno. Tralasciando il fatto che una trasmissione del genere sia di cattivo gusto di per se; chiediamoci, quale mente potrebbe essere interessata a vedere un reality del genere? Non voglio neppure commentare i partecipanti perché veramente li trovo persone vuote e prive di dignità oltre che profondità di pensiero. Probabilmente anche loro non avendo qualità specifiche da utilizzare nella loro vita, hanno accettato per soldi o visibilità una trasmissione del genere sperando nel successo. Non è certo vedendo delle persone nude che puoi capire se qualcuno sia affine a te da sceglierlo per fare insieme parte del cammino della tua vita.
Con questo tipo di trasmissioni stanno trasformando sempre di più le persone adattandole ad una società fatta del nulla. Il profitto raggiunto attraverso qualsiasi mezzo ormai è lo scopo della maggior parte delle emittenti televisive. Non importa quello che si trasmette, ma quello che si possa ricavare dalla trasmissione. Ed questa è ancora una volta, la dimostrazione che l’utente è considerato solo uno strumento per il quale trarre profitto e nulla più.
Un mezzo che dovrebbe essere il principale complice attraverso trasmissioni culturali di spessore, all’elevazione del popolo e al raggiungimento di una società migliore, viene utilizzato per ridurre sempre di più l’essere umano ad una larva da nutrire con la peggior tv spazzatura.
Stanno distruggendo i giovani. Basta collegarsi a qualsiasi piattaforma social per comprendere che le aspettative degli adolescenti spesso non sono titolo di studio, un lavoro “tradizionale”, ma è diventare un cantante, una ballerina o al peggio mostrarsi seminude per avere molti follower al seguito sperando di entrare a far parte del mondo televisivo. Esiste una parola magica che apre le porte di qualsiasi arte, si chiama talento, ma questo è un aspetto secondario per i colossi televisivi che vogliono fare affari in ogni modo, anche mostrando la nudità dei concorrenti di un reality. A quando i spettatori nudi?

Sovranità Italiana – Informare per cambiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *