Viviamo oggi in un momento storico molto particolare, e non solo per quanto riguarda la situazione irreale che si è verificata alla fine del 2019, ma anche e sopratutto per la nostra situazione politica. Una situazione che ha visto tradito il voto degli elettori e la creazione di governi avvicendati creati senza essere stati eletti. Una sorta di gestione del potere a danno dei cittadini. Un potere che a mio avviso da tempo non sta più facendo gli interessi della nazione, ma ben altri che porteranno ad una situazione ancora più disastrosa.

In questa situazione assolutamente surreale che stiamo vivendo. I signori della politica (se così possiamo chiamarli) si sono affidati a personaggi dal C.V. fino ad oggi sconosciuto, non lasciando aperto nessun tipo di confronto con medici che hanno alle spalle anni di ricerche, pubblicazioni e quant’altro possa determinare una fiducia maggiore verso la scienza.. un atteggiamento che lascia forti dubbi e fa nascere la malafede dell’operato politico.

Questa situazione che sta dividendo il paese tra vaccinati e no sta creando una forte e pericolosa spaccatura sociale, che non porterà a nulla di buono se non ritorniamo a pensare con la nostra testa. Non voglio esprimermi sul tema vaccino e se sia bene o male averlo fatto. Ma voglio che sia chiaro per tutti che ogni persona possa esprimere senza intralcio e in qualsiasi situazione la sua volontà. La facoltà di poter scegliere deve rimanere un punto fermo per cui non si può rinunciare. La facoltà di scegliere come curarsi è un diritto intoccabile. Questo deve essere chiaro per tutti, sia chi è pro vaccino sia chi non lo è.

Altro argomento che vorrei affrontare è quello del nazismo. Leggo sempre più post che rimandano agli esperimenti nazisti ai lasciapassare ecc.. Questo vuol dire che l’attenzione è spostata da altra parte. Vorrei ricordare a tutti che il nazismo è finito nel 1945. Ma l’industria farmaceutica non è finita, quella ha continuato gli studi sull’eugenetica fino ai giorni d’oggi. Il vero problema cari signori non è il nazismo che è bello che sepolto, ma le multinazionali dell’industria farmaceutica che da molti anni hanno preso il sopravvento creando un essere malato e sempre a loro dipendente. Hanno abbassato in accordo con l’OMS (che sappiamo tutti ormai sia sovvenzionata più dall’industria che dalle nazioni) determinati valori (vedi colesterolo) per venderci medicine. Il loro scopo non è guarirci ma curarci che è ben diverso. Questo in una nazione che fa gli interessi del suo popolo non può essere tollerato. L’industria farmaceutica, la ricerca scientifica, e la sanità non può essere lasciata nelle mani di speculatori privati, ma deve tornare ad essere amministrata dallo stato, il quale si farà garante di reinvestire gli eventuali profitti per il bene sanitario della nazione. Uno stato deve poter curare e guarire in modo eccellente e gratuitamente i suoi cittadini.

Questo deve essere ben chiaro, una sanità privata, un’industria farmaceutica privata non darà mai garanzie che sta lavorando per il tuo benessere, e il loro fatturato annuo è una chiara testimonianza della speculazione sulla pelle delle persone.

Sovranità Italiana – Informare per cambiare

Fai parte del progetto anche tu, unisciti a noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *